x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

La bufala che ci fa stare bene

3 September 2014
Il formaggio preparato con latte di bufala, grazie alle caseine, compie un’importante azione anabolica sui muscoli
La bufala che ci fa stare bene

La bufala che ci fa stare bene

Di Luca Speciani (Dieta Gift)

Gli chef del Gruppo Ethos hanno proposto un accoppiamento insolito, ma delizioso. Una ricetta estiva che unisce la freschezza della frutta alla golosità della stracciatella di bufala. Per togliere l’acidità del pomodoro cotto è stato (giustamente!) utilizzato il miele al posto dello zucchero. Il componente principale del piatto è la stracciatella di bufala: formaggio preparato con latte di bufala, ricetta tipica della tradizione italiana che ha origine nella provincia di Foggia. Si tratta di un formaggio fresco fatto di panna (componente grassa del latte) e pezzi di pasta filata di mozzarella. Le caseine contenute nei formaggi sono molto utili agli sportivi per il loro documentato effetto anabolico, di costruzione muscolare. Bisogna, però fare attenzione nella scelta. 

Gli unici ingredienti devono essere: latte, sale, caglio come quelli della stracciatella di bufala. Se la lista è maggiore (come nella maggior parte dei formaggi spalmabili) si tratta di prodotti ricostituiti a partire da croste di formaggio con aggiunta di sbiancanti e addensanti. Quindi, di basso valore nutritivo. Il melone è uno dei frutti simbolo dell’estate, contiene una percentuale elevata d’acqua, pari a circa il 95% che regala freschezza nelle giornate estive alla fine di un’intensa attività fisica. È ricco di minerali quali ferro, calcio e fosforo e vitamine come vitamina C, vitamina A e vitamina B. Il melone contiene, inoltre, un agente anticoagulante, che permette di prevenire la formazione di grumi nel sangue, che possono causare infarto o ictus.

È un piatto esclusivamente proteico al quale un ciclista dovrà abbinare una fonte di carboidrati “buoni”, come pasta, riso o pane integrale per ottenere un pasto che possa fornire tutti i nutrienti di cui ha bisogno uno sportivo.

Carpaccio di melone con pomodorini confit, stracciatella di bufala e cialdine di parmigiano

Ricetta a cura di Lyda Bottino, laureata in Ctf (chimica e tecnologie farmaceutiche), e Luca Speciani.  Insieme hanno scritto il volume. “L’alimentazione dello sportivo: oltre i luoghi comuni”.

Per quattro persone 4

150 g di pomodorini pachino

400 g di stracciatella di bufala

1 melone

30 g di miele

50 g di parmigiano grattugiato

Procedimento

Lavare e tagliare i pomodorini a metà e disporli dalla parte tagliata in una teglia coperta da carta da forno, irrorarvi sopra un filo d’olio, un pizzico di sale e il miele a filo. Cuocere in forno a 50 gradi per circa due ore. In un’altra teglia ricoperta sempre di carta da forno cospargere il parmigiano in maniera uniforme e infornare a 180 gradi finché è colorato. Togliere, lasciare raffreddare e poi rompere a pezzettini. A parte pulire il melone levando pelle e semi, tagliarlo fine fine con l’affettatrice. Servire in un piatto rettangolare il melone con a fianco i pomodorini confit, la stracciatella di bufala e cosparsa di cialdine di grana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA