x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Solidarietà per Edith Niederfriniger e Linda Scattolin

11 marzo 2015
Dopo il terribile incidente in Sud Africa, il popolo del Triathlon si sta movimentando per aiutare le due atlete nelle spese mediche da sostenere
Solidarietà per Edith Niederfriniger e Linda Scattolin

Solidarietà per edith niederfriniger e linda scattolin

Il popolo del Triathlon si mobilita. Dopo il terribile incidente di sabato scorso in Sud Africa, dove un pullman, ribaltandosi, ha investito le due atlete italiane Linda Scattolin (padovana di Ponte San Nicolò) ed Edith Niederfriniger (altoatesina di Merano) che si stavano allenando in sella alla loro bicicletta, il mondo della triplice non è rimasto indifferente al grave incidente capitato alle due atlete mobilitandosi con una campagna di sostegno per coprire una parte delle spese mediche e di assistenza delle due in Sud Africa.

Nella giornata di sabato, a Franschhoek Pass nelle vicinanze di Villiers in Sudafrica, Edith Niederfriniger e Linda Scattolin sono state coinvolte in un terribile incidente del quale ancora non sono state accertate le cause. Per ragioni ancora non chiare, forse per un problema ai freni, un pullman con a bordo una squadra di rugby locale ha perso il controllo e prima di ribaltarsi ha travolto le due atlete che in quel momento si stavano allenando lungo la stessa strada percorsa dal mezzo pesante. Le due donne sono state trasportate in elicottero in due diversi ospedali dove adesso si trovano ricoverate. Sono entrambe fuori pericolo anche se le condizioni di Linda sono al momento più gravi. Nei giorni scorsi i genitori della Scattolin sono volati in Sudafrica da Padova per assistere la figlia. Linda Scattolin è molto conosciuta in città: ricercatrice universitaria del Bo, ha mosso i primi passi nel Triathlon con il G.s. Vigili del Fuoco (dove ha prestato servizio) e con il Team Padovanuoto Triathlon, squadra che ha lasciato nello scorso anno per passare professionista nelle gare Ironman.

Proprio il suo ex team, alla quale era parecchio legata, promuoverà una serie di iniziative di solidarietà a favore della sfortunata atleta patavina e di Edith Niederfriniger.

Nel frattempo è stato istituito un conto corrente per aiutare nelle spese mediche e di assistenza in Sud Africa le due ragazze:

Il conto è stato aperto c/o Raiffeisen di Merano ed è intestato a Edith Niederfriniger (IBAN è IT26Q0813358593000040121698 e BIC è ICRAITRR3P0 (ultima cifra è uno zero).


La causale è "Raccolta fondo di solidarietà per Edith e Linda". Verranno canalizzate in questo conto tutte le
le raccolte spontanee (es. il conto aperto dalla Federazione Italiana Triathlon) che stanno nascendo a sostegno delle due atlete azzurre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
x