x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Synapse Hi-Mod Disc Dura Ace Di2, la bici 3.0

18 dicembre 2014
di Michele Foglio
Una bici da endurance esclusiva e avveniristica
  • Salva
  • Condividi
  • 1/13 La Bike Machinery ci fa capire come un telaio da endurance possa vantare delle prestazioni comunque elevate, la scatola del movimento centrale sotto massimo sforzo si deforma solo 7,4 millimetri, un valore che si attesta nel campo dei telaio da performance pura. Il reggisella durante la pedalata si deforma il giusto per non trasmettere vibrazioni al ciclista. La prova in frenata ci mostra che la nuova forcella ridisegnata per i freni a disco lavora egregiamente, in linea con le concorrenti con freni classici.

    Synapse hi-mod disc dura ace di2, la bici 3.0

    Synapse è il modello di Cannondale pensato per le lunghe percorrenze, nato per fondere al meglio comfort e prestazioni, con un telaio e una geometria studiati ad hoc. Il modello provato da noi, Synapse Disc Dura Ace Di2, rappresenta la massima evoluzione per una bicicletta da strada, con freni a disco idraulici e trasmissione elettromeccanica Shimano rappresenta un punto di svolta nel panorama delle bici da strada tanto da poterla definire una bici 3.0.

     

    I foderi del carro posteriore ospitano la pinza freno

    Partiamo dal telaio, ridisegnato in molti particolari rispetto al vecchio per poter montare i freni a disco idraulici e migliorato ulteriormente nel comfort di marcia. Il segreto si cela qui: il tubo verticale e il reggisella (sono loro che maggiormente contribuiscono ad assorbire le vibrazioni trasmesse) sono del tutto inediti. Il caratteristico tubo verticale si biforca verso il basso per unirsi al movimento centrale, lasciando un’ampia zona vuota.

    Il tubo reggisella? È di un diametro inedito: 25,4 millimetri per migliorare ancora il rapporto tra rigidità e comfort. I foderi del carro posteriore (dalla carateristica forma) sono elementi collaudati e caratteristici dei telai Synapse, con la differenza che ora possono ospitare la pinza freno. Così come la forcella, rigida al punto giusto da rendere la guida precisa anche alle alte velocità ma senza mai far arrivare ai polsi le asperità dei tratti più sconnessi.

     

    La trasmissione shimano dura ace di2

    Il resto dell’allestimento è quanto di più avveniristico e tecnologico si possa reperire sul mercato. La trasmissione Dura Ace Di2 è quanto di meglio si possa pretendere, veloce, precisa e silenziosa già di suo, ma nel nostro caso è valorizzata ancor di più dalla guarnitura Cannondale SISL2 con corone Spidering realizzate in un unico pezzo, una perfetta fusione tra leggerezza è rigidità.

    Cambiare con i comandi Di2 è come effettuare un click con il mouse, si invia il segnale e il deragliatore porta la catena sul rapporto desiderato, senza incertezze. E la cambiata anteriore? Non ci sono paragoni con quella di un cambio tradizionale, è molto più veloce nel passare sulla corona più grande: tempi praticamente dimezzati e senza alcuna incertezza.

    Inoltre, il deragliatore anteriore è settato per non interferire mai con la catena in caso di incroci estremi, spostandosi automaticamente. La frenata con i dischi su strada è molto efficace, cambia leggermente il feeling con le leve. Innanzitutto, bisogna abituarsi al fatto che la leva quando viene strizzata non risulta secca, come con i freni tradizionali, ma ha una corsa più progressiva.

     

    Le ruote Enve specifiche per freni a disco

    La potenza frenante massima è pressoché identica, ma con i dischi migliorano parecchio le reazioni dinamiche che fanno risultare questa bicicletta molto più stabile in frenata rispetto a un modello dotato di freni tradizionali. La geometria del telaio, con un tubo di sterzo a un’altezza media tra una posizione comoda e una racing, non fa che migliorare ancora il feeling di guida e permette di godersi al meglio le ruote Enve specifiche per freni a disco, molto rapide negli inserimenti in curva e nei cambi di direzione, dato che il cerchio è stato alleggerito ai massimi termini in quanto non è predisposto per avere una pista frenante tradizionale.

     

    Si pedala con coperture di sezione maggiorata a 25 millimetri

    Questa versione della nuova Synapse non può che far innamorare, un telaio confortevole, con prestazioni di tutto rispetto quando si vuole spingere e della componentistica che ne migliora la sicurezza ( freni in primis) e l’utilizzo sulle lunghe distanze. Nel complesso, nonostante l’allestimento dal peso superiore ad uno classico, la Synapse in prova (taglia 54) pesa meno di 8 chilogrammi. La scelta di adottare coperture di sezione maggiorata a 25 millimetri è pienamente promossa, si sposa con la filosofia di questa bici, ed è un ulteriore jolly da giocarsi su asfalti sconnessi.    

     

    Scheda tecnica

    Telaio: Synapse Disc, BallisTech Hi-Mod carbon

    Forcella: Synapse Save Plus Disc, BallisTech Hi-Mod carbon

    Attacco: Fsa SLK 90 mm

    Piega: Cannondale Escape Compact in carbonio

    Reggisella: Fsa SL-K diametro 25,4mm

    Sella: Fizik Aòiante Monocover

    Leve: Shimano RS785 road hidraulic Di2

    Pinze freni: Shimano

    Dischi freni: Shimano diametro 140 mm

    Deragliatore: Shimano Dura Ace Di2 9070

    Guarnitura: Cannondale HollowGram SISL2

    Corone: Cannondale OPI SpideRing 50X34

    Cambio posteriore: Shimano Dura Ace Di2 9070

    Catena: Shimano Dura Ace 9000 11 speed

    Pignoni: Shimano Dura Ace 9000 11-28

    Ruote: cerchi Enve Smart 3.4 Disc

    Mozzi: Dt-Swiss 350 centerlock

    Coperture: Schwalbe Ultremo ZX 700X25c  

    Taglie disponibili: 48, 51, 54, 56, 58, 61

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    x