x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Sportful team, la forza dell’amicizia

21 May 2012
Un gruppo nato quando Dario Cremonese, amministratore delegato di Sportful, incontra Jury Chechi e Antonio Rossi. La storia raccontata dai protagonisti
Sportful team, la forza dell’amicizia

Sportful team, la forza dell’amicizia

Il mondo delle due ruote ha tantissime anime, che non si conoscerebbero se non per essersi incontrate casualmente ad affrontare la stessa salita, dandosi un paio di cambi o magari essersi trovati fianco a fianco in griglia ad un paio di granfondo. Nascono così amicizie ciclistiche che regalano il piacere di incontrarsi e condividere la passione per la bicicletta, e spesso, anche di altre cose della vita.

Lo Sportful team nasce all’incirca in questo modo qualche anno fa quando Dario Cremonese, amministratore delegato di Sportful, incontra Jury Chechi e Antonio Rossi, che dopo le loro carriere agonistiche avevano trovato il tempo di dedicare un po’ di più tempo alla passione per le due ruote.

«Grazie al ciclismo ed allo sci nordico- racconta Dario Cremonese - abbiamo sempre avuto un legame con molte altre discipline sportive, perciò atleti ed ex atleti, sono molto vicini alla nostra azienda ed ai nostri prodotti, perché li usano e li apprezzano. Ècapitato, e succede ancora oggi, che ci diano dei consigli tecnici, e questo non ci fa che piacere. Da questi continui contatti, conoscenze è normale che nasca la voglia di creare qualcosa che unisca e leghi tutte queste persone appassionate della bicicletta e nostri amici. Siamo partiti lo scorso anno condividendo con Jury, Antonio e altri amici, il progetto degli olimpionici del team Nissan Sportful, e quest’anno abbiamo deciso con loro di concretizzare quel pensiero, quell’idea di qualche anno fa, e abbiamo creato lo Sportful team. Un gruppo non solo di olimpionici, ma un team composto da sportivi ed appassionati che amano la bicicletta indipendentemente dai risultati agonistici ottenuti che sono anche nostri cari amici e compagni di gara che pedalano con noi durante le granfondo. Dalla Nove Colli, che abbiamo scelto come evento per presentare questo progetto. Alla Granfondo Sportful Dolomiti Race, appuntamento di casa. Alla Maratona Dles Dolomites, alla mitica Charlie Gaul e per chiudere con la Granfondo Roma».

Lo Sportful team è un gruppo aperto che non ha capitani, ma compagni di avventura che non hanno velleità di classifica, ma solo il desiderio di condividere passione, divertimento e a volte tanta fatica, visto l’allenamento non sempre finalizzato al 100%.

Antonio Rossi e Jury Chechi, saranno i portabandiera di Sportful team, a cui di volta in volta si affiancheranno altri atleti come Stefano Baldini, Andrea Lucchetta, Pietro Piller Cottrer, Andrea Peron, Silvio Fauner e molti altri. «Negli anni in cui gareggiavo - ricorda Antonio Rossi - da ottobre a marzo, come preparazione mi allenavo in bicicletta e, vista la vicinanza alle piste da sci di fondo, solo 10 minuti da Lecco, facevo sci da fondo ed utilizzavo sempre abbigliamento Sportful. Quando poi iniziava la stagione agonistica, dovevo abbandonare entrambi. Da alcuni anni fortunatamente li sto riscoprendo e coltivando con l’entusiasmo dell’appassionato. Incontrare Dario e la famiglia Cremonese è stato come conoscere chi conoscevo da sempre. Sportful è stato con me sia negli allenamenti sia nei momenti bellissimi della mia carriera agonistica come l’argento olimpico di Atene del K2 1.000 metri. In quell’occasione vestivo proprio un body Sportful. Quindi far parte di Sportful team è naturale, ne ho sempre fatto parte». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA