x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Mondiale: italiane giù dal podio

26 September 2015
Vince la britannica Elizabeth Armitstead davanti all'olandese Anna Van Der Breggen. Elisa Longo Borghini conclude quarta
Mondiale: italiane giù dal podio

Mondiale: italiane giù dal podio

Al Mondiale americano sventola la bandiera britannica: il successo è di Elizabeth Armitstead. La prova su strada delle Donne Elite, che ha sempre regalato grandissime soddisfazioni agli appassionato e portato medaglie preziose nel forziere azzurro, si è conclusa senza alcuna delle nostre portacolori sul podio. Ad andarci più vicina è stata Elisa Longo Borghini, che ha chiuso in quarta posizione lo sprint a ranghi compatti nel quale ha saputo destreggiarsi con le più forti al mondo, in una specialità che non è la sua. Bravissima l'atleta della Wiggle Honda e sfortunata la sua compagna di team (è di questi giorni la notizia del loro rinnovo per la prossima stagione) Giorgia Bronzini, che ha rotto il cambio e ha tagliato il traguardo a piedi, ventisettesima.

Prova sfortunata anche per un'altra delle favorite: l'americana Shelley Olds, vittima di una caduta che l'ha penalizzata costringendola poi al ritiro. A consolare il pubblico statunitense ci ha pensato la medaglia di bronzo di Megan Guarnier, mentre l'argento è andata a una delle protagoniste di questa stagione: l'olandese Anna Van Der Breggen, che ha confermato il secondo conquistato pure nella prova a cronometro.

Sesta Pauline Ferrand Prevot, che lascia la maglia di campionessa del mondo sulle spalle della vincitrice (per la seconda volta in carriera) della Coppa del mondo 2015. Buona prova anche per Elena Cecchini, che ha concluso 18esima, e Valentina Scandolara, 23esima sul traguardo e autrice di una gara condotta sempre all'attacco.

 

Ordine d'arrivo

1. Elizabeth Armitstead (Gbr) 129,8 km in 3h23'56"; 2. Van Der Breggen (Ola); 3. Guarnier (Usa); 4. Longo Borghini; 5. Johansson (Sve); 6. Ferrand-Prévôt (Fra); 7. Niewiadoma (Pol); 8. Amialiusik (Blr); 9. Neff (Svi); 10. Van Dijk (Ola) a 9"; 11. Numainville (Can); 12. Worrack (Ger); 13. Canuel (Can); 14. Moolman-Pasio (Saf); 15. Majerus (Lus); 18. Cecchini a 17"; 23. Scandolara; 27. Bronzini a 36"; 54. Ratto a 52"; 62. Guderzo a 2'33"; 76. Bastianelli a 5'41".


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA