x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Power2max Type S

8 dicembre 2014
di Roberto Alvisi
È il sensore di potenza scelto dal team Movistar di Nairo Quintana, vincitore del Giro d'Italia 2014. Spider e vano batteria sono stati ridisegnati
Power2max Type S

Power2max type s

La prima versione del sensore di potenza Power2max fu lanciata a Eurobike 2010, quando il mercato del settore vedeva Srm come unico padrone con la sola concorrenza di Quarq (che dopo due anni di vita stava per essere acquisita da Sram) e di Polar. Nel 2013 - in un panorama decisamente più variegato - è arrivato il P2m Type S che porta avanti la stessa filosofia del suo predecessore: progettazione, sviluppo e produzione made in Germany, semplicità di utilizzo e prezzo abbordabile in combinazione con caratteristiche tecniche quali  precisione (±2%), resistenza all'acqua, robustezza, batteria sostituibile dall'utilizzatore, misurazione integrata della cadenza senza sensori o magneti addizionali, calibrazione automatica che rende ininfluenti la sostituzione delle corone e l'invecchiamento dei materiali, compensazione in temperatura (grazie al sensore di temperatura incorporato) e connettività Ant+.

Il nuovo prodotto si differenzia dal primo fondamentalmente per un vano batteria meno ingombrante che lo rende compatibile con tutti i tipi di corone e movimenti centrali e anche più leggero. Il peso del solo sensore (spider ed elettronica) va da 169 a 188 grammi con un risparmio da 60 a 84 g rispetto ai modelli precedenti. Rispetto alle corrispondenti guarniture di serie, il peso aggiuntivo dovuto al sensore è stato diminuito del 40% scendendo sotto i 120 g.

Con il nuovo Type S l'azienda è entrata nel ciclismo ai massimi livelli come sponsor del team Movistar di Nairo Quintana proprio nell'anno in cui il Colombiano ha poi vinto il Giro d'Italia. Contemporaneamente all'annuncio della sponsorizzazione P2m ha lanciato l'inedita versione del Type S per Campagnolo 11v specifica per i gruppi Super Record del team.

 

La gamma e i prezzi

La gamma Type S è quasi interamente dedicata alla strada e comprende modelli con giro viti da 110 mm (compact) e 130 mm (standard) per pedivelle Cannondale, Fsa, Rotor, Specialized e Sram sia in alluminio che in carbonio con lunghezze da 150 a 180 mm (secondo il modello). Chi fosse già in possesso di una guarnitura compatibile (Cannondale Hollowgram Si, Sisl e Sisl 2; Rotor 3d, 3d Plus, 3df e Flow; Sram S900 e Force 22; Specialized S-Works e Fact) può acquistare il solo sensore Type S - nella versione corrispondente - al prezzo di 940 euro. Diversamente è possibile acquistare il kit composto da sensore e pedivelle con prezzi dai 1.040 euro della versione Fsa Gossamer in alluminio ai 1.390 euro della Fsa K-Force. La versione Campagnolo 11s Utra torque è venduta completa di cuscinetti ceramici Campagnolo Cult a 1.690 euro. Gli ultimi tre prodotti citati sono venduti esclusivamente come guarniture complete.

Le tre inedite versioni specifiche per la pista (con bcd 144 mm), tutte Rotor: solo sensore per 3d e 3d plus (940 euro), guarnitura 3d (1.110 euro) e guarnitura 3d plus (1.260 euro). Diversamente dai modelli strada non hanno la funzione di zero automatico e richiedono l'azzeramento prima di ogni utilizzo.

I vari kit non comprendono le corone, le relative viti di fissaggio e il movimento centrale (salvo la Campagnolo i cui cuscinetti sono preassemblati sui semiperni Ultra torque). Nel negozio on line del sito internet è possibile acquistare sia il movimento centrale (prezzi da 20 a 159 euro) che le corone (da 27 a 139 euro) che vari accessori e parti di ricambio.

Altra novità del catalogo 2014 è il ciclocomputer gps O-Synce Navi-2-coach con grafiche custom P2m (199 euro).

 

Compatibilità

Le tante versioni del Type S lo rendono compatibile con tutti gli standard di movimento centrale. Unicamente per quanto riguarda il pf86 e il bb386evo è necessario verificare che diametro esterno della scatola del movimento centrale in corrispondenza dell'alloggiamento dei cuscinetti non superi i 53 mm. La sola versione per Sram S900 è dichiarata non compatibile con lo standard bb386evo. Si possono montare tutte le corone, anche aero e ovali, e - sulle versioni dedicate -  anche le Shimano a 4 fori. Infine, il P2m Type S può essere abbinato a tutti i bike computer che adottano il protocollo di comunicazione Ant+.

 

La prova

Il p2m si acquista solo on line sul sito (clicca qui), previo registrazione. Ho voluto provare di persona tutta la procedura e ho scelto la versione Rotor 3d Plus compact con corone Praxis Works 52/36 e computerino Navi-2-coach, aggiungendo l'attrezzo di montaggio e le viti di fissaggio delle corone. Effettuato l'ordine il 15 marzo, il 17 è arrivata la conferma dello stesso e il 21 il pacco è stato spedito dalla Germania.

La confezione e l'imballaggio sono molto curati. Il libretto d'istruzioni (anche se non tradotto in italiano) è molto chiaro e seguendone le indicazioni l'istallazione sul mio telaio bb30 è stata molto agevole. Infatti per questo standard di movimento centrale bastano una serie di chiavi Allen (a brugola), una piccola morsa da banco, grasso e liquido frena filetti a media forza. In realtà io mi affido sempre alla mia inseparabile chiave dinamometrica. Montata la guarnitura sul telaio (basta infilare il perno nei cuscinetti bb30 già posizionati nella scatola), occorre registrarne il gioco assiale agendo sulla ghiera sul lato sinistro. Infine si può inserire la pila a bottone in dotazione.

Il coperchietto del vano batteria è dotato di una guarnizione in gomma tipo o-ring che non deve amare molto la propria sede e costringe a ripetuti tentativi prima di riuscire a richiudere il tutto. Si può dire che questo sia l'unico vero neo del prodotto, almeno per quanto percepibile dal normale utente. L'abbinamento e l'impostazione del computerino O-Synce sono rapidi e intuitivi, almeno per chi abbia una normale confidenza con questo genere di dispositivi. Su strada ho scelto di impostare la visualizzazione della potenza come "media ogni 3 secondi", per stabilizzare la presentazione dei dati. La trasmissione Sram Force 10v utilizzata per il test non ha minimamente risentito della presenza del nuovo componente, né in termini di precisione di cambiata né di rumorosità. A parità di dentatura delle corone, non è stato necessario eseguire nessuna ulteriore regolazione del deragliatore. Dopo la prima uscita è stato necessario recuperare il gioco assiale della guarnitura (come previsto), dopodiché ho potuto pensare solo a pedalare. Lo smontaggio è altrettanto rapido grazie all'estrattore incorporato nella pedivella destra.

 

 

Scheda tecnica

Power2max Rotor 3d Plus

Sensore

Spider in alluminio

Precisione: ± 2%
Protocollo di comunicazione: Ant+ Power Profile

Dati trasmessi: potenza, cadenza, bilanciamento della pedalata
Range coppia: 20÷250 Nm

Range potenza: 0÷2.999 W

Range cadenza: 20÷200 rpm

Batteria: Renata Cr2450
Durata batteria: circa 400 h di funzionamento attivo

 

Guarnitura

Pedivelle: Rotor 3d Plus in alluminio lavorato cnc e forato internamente; perno in lega di alluminio Ø30 mm, integrato nella pedivella sinistra

Lunghezze pedivella: 150, 155, 160, 165, 170, 172.5, 175 e 180 mm

Fattore Q: 149 mm

Linea catena: 45 mm

Compatibilità movimento centrale: bb30, pf 30, pf86, pf92, bbright, bsa, ita

Giro viti: 110 mm e 130 mm

 

Configurazione e prezzi dello strumento in prova

Power2max Type S con pedivelle Rotor 3d+ (172.5 mm): 1.260 euro

Batteria Renata Cr2450: inclusa

Corone Praxis Works LevaTime 52/36: 99 euro

Viti fissaggio corone (Rotor): 18 euro

Adesivo P2m colorato: 5 euro

Attrezzo di montaggio: 30 euro

Ciclocomputer gps O-Synce Navy2coach (opzionale): 199 euro

Spedizione in Italia (Ups): 17,90 euro

Totale: 1.628,90 euro

Per info e acquisti clicca qui

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
x