x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

La Prologo Scratch 2 Pas si è rifatta il naso

15 December 2014
di Michele Foglio
Appartiene alla famiglia delle selle con profilo tondo della seduta
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7 Molto comoda, funzionale e con un look completamente rinnovato e moderno

    La prologo scratch 2 pas si è rifatta il naso

    Prologo ha rinnovato la sua collezione di selle per il 2015 introducendo il modello Scratch 2, diretta discendente dell’apprezzato modello Scratch Pro, sella che rimane comunque disponibile per il 2015.

    Per la Scratch 2 Prologo offre la possibilità di scegliere tra 2 colori, nero o bianco, e due misure differenti nella larghezza della parte posteriore: 134 e 143 millimetri per accontentare tutti i ciclisti, ma non è finita qui.

    Troviamo a catalogo diverse versioni: il modello tradizionale, la versione Pas (che abbiamo testato) e la versione con il rivestimento Cpc. Il modello Scratch 2, a prima vista, si distingue per il design molto moderno che la snellisce parecchio rispetto alla versione Pro e per la parte anteriore, che è stata ridisegnata nel profilo. Il naso è stato privato della leggera curvatura della versione precedente, per eliminare i picchi di pressione che si possono creare quando si avanzava molto sulla sella.

     

    La famiglia con profilo tondo della seduta

    La Scratch 2 appartiene alla famiglia delle selle con profilo tondo della seduta, la forma dei fianchi è stata disegnata per offrire maggior spazio alle gambe del ciclista e mantenere la posizione di seduta corretta. La versione Pas in prova ha il canale centrale scavato per eliminare i picchi di pressione della zona pelvica e prostatica (progettato per eliminare gli intorpidimenti).

     

    Il canale Pas per eliminare pressione dalla zona pelvica

    A mio parere è importante sottolineare che il canale Pas è ben studiato nelle dimensioni, soprattutto in larghezza, perché riesce a eliminare pressione dalla zona pelvica ma senza togliere troppa superficie di appoggio per la seduta. Inoltre, il canale è ben raccordato con la parte di seduta. E, anche muovendosi un po’ sulla sella, non si sente dove comincia la parte vuota. L’imbottitura della sella ha una struttura con densità del materiale differente, alta al posteriore (su cui avviene la seduta), media nella zona centrale e più bassa nella parte frontale.

     

    La base della sella in un unico pezzo

    La base della sella ora è realizzata in un unico pezzo: è a tutti gli effetti un monoscocca caricato con fibra di carbonio che rende più leggera e stabile la sella, migliorandone anche le rifiniture. I binari della nostra sella in prova sono nella versione “T-Irox” realizzati in lega leggera inossidabile per offrire un ottimo rapporto tra peso e resistenza alle sollecitazioni. La superficie leggermente ruvida, inoltre, offre un ottimo grip con  il reggisella. In alternativa si possono scegliere nella versione Nack in nano fibra di carbonio.

     

    La nostra prova

    Trovarsi bene in sella alla nuova Scratch 2 Pas è stato facile, io ho scelto la versione con la seduta larga 134 millimetri per le mie caratteristiche fisiche e devo dire che ho trovato il profilo ben studiato visto che non interferisce con l’interno delle cosce. La sagomatura della seduta è risultata molto ergonomica, segue bene il profilo del corpo e permette di spostarsi leggermente avanti e indietro senza dare problemi. Dopo il primo giretto di un paio d’ore, per sistemare al meglio inclinazione e arretramento sella, ho effettuato un’uscita di 4 ore dove ho constatato la propensione per la Scratch 2 alle lunghe percorrenze, non ho avuto problemi di seduta o intorpidimenti: il canale Pas ha svolto bene il suo compito.

     

    Se serve erogare potenza

    La base della sella ha il giusto coefficiente di rigidità, in pratica non la fa incurvare dopo un uso prolungato e riesce a non farsi sentire sulle ossa. Mi è piaciuta particolarmente la parte anteriore, che con il nuovo profilo permette di avanzare sulla seduta anche di molto quando bisogna erogare parecchia potenza. Ora non si avverte nessuna pressione, nemmeno quando bisogna pedalare sulla punta estrema per superare dei veri e propri muri. Migliorare una sella considerata un best seller per le lunghe distanze certamente non è cosa facile, ma i tecnici di Prologo con questa seconda versione sono riusciti ad affinare ancora qualche dettaglio

    I distributori:

    Beltrami Tsa Srl (clicca qui) Via Euripide, 7 - 42124 Reggio Emilia Italy, tel. 0522307803, email: info@beltramitsa.it

    Scott Italia (clicca qui) Via Provinciale, 110- 24021 Albino (BG) Italy, tel. 035756104165, email: infobike@scott-sports.it

    Per saperne di più su Prologo clicca qui.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA