x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

3Ax, i pedali che si adattano

13 May 2015
di Alfredo Colella
Vi parliamo di un nuovo tipo di sgancio rapido che ha la possibilità di oscillare, seguendo la naturale posizione che la nostra gamba tende a tenere. Il progetto è degli olandesi Tsg Group, commercializzato da Edco
3Ax, i pedali che si adattano

3ax, i pedali che si adattano

I pedali devono adattarsi al nostro corpo, non il contrario. Questa la filosofia che ispira 3AX, un nuovo modo di concepire il pedale a sgancio rapido. Nel pedalare, il 96% delle persone tende a ribaltare i piedi verso l’interno o verso l’esterno, mentre lo sgancio rapido consente (a seconda del tipo) solo un parziale gioco laterale, stringendo il piede e impedendone l’inclinazione verso l’esterno o verso l’interno. Talvolta, la tendenza naturale a tale movimento crea microtraumi al metacarpo, bloccato nella sua posizione.

 

Cosa cambia

Gli olandesi di Edco-3AX presentano il primo pedale a sgancio rapido che dà ai piedi la libertà di inclinarsi lateralmente. Consente alle gambe di seguire un flusso fluente più naturale a ogni corsa, in ogni punto. “Il ginocchio si muove meno di traverso e lo sforzo è inferiore, con migliorie sull’efficienza finale”, assicurano i progettisti. Per esempio, se i nostri piedi hanno la tendenza a inclinarsi di lato (e i pedali tradizionali limitano questo movimento), le gambe compensano spingendo le ginocchia a sinistra o destra, con uno spreco di energia che non contribuisce al trasferimento pieno della potenza.

 

Il lavoro di sviluppo

La progettazione si è avvalsa della collaborazione degli olandesi di Tsg Group e di centinaia di ciclisti, amatori e professionisti, che hanno permesso di apportare migliorie ai vari prototipi, via via più performanti, coi loro feedback e suggerimenti. Sono seguiti test di efficienza e validità: verificare lo sforzo necessario a produrre la stessa quantità di potenza. Dai risultati ricavati, i ciclisti che utilizzano i nuovi pedali 3Ax risparmiano in media il 3% di ossigeno, rispetto ai modelli tradizionali.

 

Una più uniforme distribuzione dello sforzo sulla pianta del piede

L’Università di scienze applicate dell’Aia ha, in seguito, condotto uno studio sull’allineamento delle gambe durante la pedalata, ponendo marcatori sul ginocchio, sul pedale e sull’asse proiettato a terra dal ginocchio stesso. Il tutto è stato filmato dinamicamente con una telecamera e poi analizzato con software dedicati. I risultati propendono anche per una più uniforme distribuzione dello sforzo sulla pianta del piede, grazie a sensori di pressione posti sul pedale stesso.

Disponibile nei colori rosso, nero e grigio, ha i mandrini in acciaio temperato e l’involucro in alluminio ad alta resistenza. La compatibilità è assicurata con tutte le scarpe da ciclismo con montaggio a tre fori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags