x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Nsr Fifth avenue, alla conquista della città

5 luglio 2006
Nsr Fifth avenue
Nsr Fifth avenue, alla conquista della città

Bici





Il marchio Nsr, acronimo di Nuzzi sport racing, fa capo a Fib (Fabbrica italiana biciclette) azienda anconetana capitanata dal vulcanico Matteo Nuzzi. Nsr vanta un catalogo ampio e variegato che spazia dalle specialissime da strada ed mtb, destinate a un pubblico evoluto, alle più comuni ed economiche biciclette da passeggio o da città, come quella che vi proponiamo in queste pagine



Un mezzo di fascia economica che punta al sodo. Ideale per le donne che aspirano a muoversi all’interno della città in massima libertà e semplicità, senza rinunciare a comfort e maneggevolezza. Apparentemente la Fifth avenue può sembrare la classica bicicletta da passeggio in versione femminile. In realtà le cose non stanno così. La forma del telaio è quella tradizionale, col cannotto che scende verso il basso per consentire alle donne di pedalare con la gonna.

Se si osserva la bicicletta con maggiore attenzione, però, ci si accorge immediatamente di avere a che fare con un mezzo ricco di soluzioni innovative e contenuti tecnologici all’avanguardia. Il telaio è realizzato con l’impiego tubazioni custom in lega di alluminio classe 6000 lavorate mediante tecnologia hydroforming. In poche parole le tubazioni vengono poste all’interno di uno stampo che riporta in negativo la forma desiderata, quindi al loro interno viene iniettato un fluido ad altissima pressione che spinge la parete del tubo a contatto con quella dello stampo. Il tutto avviene in maniera morbida e graduale così da non pregiudicare la resistenza meccanica delle tubazioni stesse.

La tecnologia hydroforming non solo consente di ottenere vantaggi di carattere strutturale ma permette anche di realizzare soluzioni di pregevole contenuto estetico giocando su linee, nervature e variazioni di sezione con leggeri aumenti di peso. L’esempio è rappresentato dal mono tubo centrale che, grazie alla morbida curvatura, caratterizza l’intera bicicletta.

Telaio


Il telaio della Fifth avenue si presenta con geometria di stampo classico. Trattandosi di una City bike il progetto tende giustamente a privilegiare comfort e maneggevolezza piuttosto che le mere prestazioni ciclistiche. La bici si guida con estrema facilità grazie alla posizione in sella del tutto naturale con il busto eretto e le braccia rilassate. Buona parte del merito va al manubrio con le estremità rivolte all’indietro che non costringe il corpo a piegarsi eccessivamente in avanti alla ricerca dell’appendice anteriore.

Sin dai primi colpi di pedale il feeling è istantaneo, tanto che anche le donne che hanno poca dimestichezza con l’uso della bicicletta potranno immediatamente apprezzare la facilità di conduzione e la praticità della Fifth avenue. Per quanto riguarda l’allestimento la City bike marchiata Nsr è assemblata con componenti semplici ma funzionali. Pur non essendo di alta gamma, gli elementi che equipaggiano la Fifth avenue sono tutti robusti e affidabili, perfettamente in linea con la tipologia di bicicletta e l’utilizzo che se ne deve fare.

Piega e attacco manubrio, così come il reggisella, sono in alluminio e portano la firma Nsr. Lo stesso vale per la forcella, che nel caso specifico non è ammortizzata ma è di tipo tradizionale in acciaio. Per la trasmissione, invece, si è scelto la classica soluzione Shimano con cambio Tourney azionato da comandi Revoshift ai quali è abbinata una guarnitura monocorona da 48 denti firmata Miranda. Senza la doppia moltiplica anteriore le velocità disponibili sono “solo” sette.

Del resto, su una bici come questa, destinata a un pubblico eterogeneo e non necessariamente esperto, la scelta di semplificare il cambio è più che condivisibile. I rapporti sono comunque ben distribuiti e consentono di muoversi con disinvoltura tanto in pianura quanto in salita. La frenata è affidata a un efficace quanto tradizionale impianto frenante V-brake, che al pari della guarnitura è siglato Miranda. Per quanto concerne il comfort la generosa Avenue di Selle royal si presenta ben imbottita e adatta anche a chi non è abituato a fare molti chilometri in bicicletta.

Accessori


Pensata per un uso quotidiano, sulla bicicletta non potevano mancare accessori importanti come luci, parafanghi, e portapacchi. Oltre a illuminare la strada l’impianto di illuminazione consente di incrementare quella che viene definita sicurezza passiva. L’impianto è costituito da una luce bianca anteriore, con un piccolo catarifrangente circolare integrato e da una luce rossa posteriore, di grandi dimensioni, montata sul portapacchi. Entrambi i dispositivi sono alimentati dalla corrente elettrica prodotta da una dinamo che lavora sulla ruota posteriore.

Il portapacchi posteriore ci è sembrato particolarmente pratico e robusto. Inoltre, il carico può essere facilmente fissato mediante un braccio a molla che lo schiaccia verso il basso, mentre chi desidera montare le borse laterali le può fissare alla struttura laterale di sostegno realizzata per evitare che le borse entrino accidentalmente in contatto con la ruota.

Degna di nota la protezione offerta dai parafanghi e dal carter che copre la trasmissione. Due accessori che mettono al riparo gli abiti da spiacevoli sorprese, e che consentono di utilizzare la bicicletta anche quando il fondo stradale è bagnato.

Scheda tecnica


Sella: Royal avenue
Reggisella: Nsr al 6061
Impianto elettrico: a dinamo
Colori disponibili: blu, grigio
Taglie: 16, 18”
Prezzo: 250 euro
Costruttore
Fabbrica italiana biciclette
Via Cannegge, 8
60032 Castelplanio (An)
Tel. 0731/812789
Fax 0731/812769
info@nuzzisportracing.com
www.nuzzisportracing.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA