x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

NINER Jet9 RDO & Rip9 RDO 2017

19 July 2016
di Sebastiano Modica
La storia si ripete. Per molti questo detto è valido per tanti contesti, ma non in questo caso. Qui la storia si riscrive. E a riscriverla è Niner
NINER Jet9 RDO & Rip9 RDO 2017

Niner jet9 rdo & rip9 rdo 2017

Il marchio originario di North Hollywood in California è quello che pochi anni fa accese la miccia che ha fatto esplodere il fenomeno 29 pollici. Da allora le novità si sono susseguite a ritmo incalzante ampliando una gamma che va dalla DH 29er fino alla gravel passando per la Cx bike o le Plus. Ce n’è per tutti i gusti. Già l’anno scorso Niner ha avviato un processo di rinnovamento della gamma iniziando da quello che è il settore più estremo della mountain bike, il cross country.

La RKT9 ha tagliato nettamente i ponti con quanto proposto fino ad allora, sia sul piano estetico che tecnologico. All’ultima edizione di Riva del Garda Niner presenta la nuova Air9 RDO, riprogettata totalmente pur mantenendo fede alla filosofia ed impostazione originaria: quella di hardtail da gara pura e cruda. È tempo di tornare alle full e stavolta è il turno delle sorelle destinate rispettivamente al Trail e Enduro, ovvero la Jet9 RDO e Rip9 RDO.

Vediamole in dettaglio.

 

JET9 RDO

Family feeling è la prima parola che ci viene in mente osservandola. Si, perché il nuovo layout estetico abbandona le forme ardite della precedente versione per abbracciare quello più aggressivo e slanciato della sorella RKT9. Quindi spazio ad un triangolo principale ancora più compatto verticalmente ma anche più lungo, rispetto alla precedente versione. Una scelta intelligente per abbracciare la nuova tendenza di adottare attacchi manubri sempre più corti cosi da avere risposte più immediate dall’avantreno. 

Le migliorie e novità introdotte sulla nuova JET9 sono tante. Iniziamo.

 

 

La geometria ricalca il concetto introdotto con la RKT, la Revolution Geometry con un reach maggiore grazie al triangolo più allungato ma anche ad un carro ancora più corto cosi da elevarne le prestazioni in accelerazione o in uscita dai tornanti. Una lunghezza di soli 434mm per il carro lascia intendere le intenzioni bellicose della nuova JET. Analogamente a ciò si apre l’angolo sterzo ad un valore di 67,5° in caso di adozione di forcelle da 130mm (ricordiamo che la Jet accetta forcelle fino a 140mm con una escursione al posteriore di 120 mm). Il sistema di sospensione vanta l’ormai collaudato schema CVA (Constantly Varying  Arch) che vede due bielle collegare il carro in pezzo unico al triangolo. La spaziatura dei forcellini si adegua allo standard Boost in virtù del fatto che la nuova JET9 è anche compatibile 27.5+.

 

 

Si, questa è la grande novità per un brand che fino ad allora l’unico credo era (e continua ad esserlo) il formato 29 pollici. Una grande novità pertanto che amplia il raggio d’azione delle nuove arrivate consentendo cosi al cliente di poter scegliere quale ruota utilizzare a seconda del percorso che si affronta o le capacità e tecnica possedute. Il telaio sfoggia colorazioni sobrie ma accattivanti, un aggressivo e vistoso Blaze Yellow oppure un più discreto e raffinato Satin Carbon/Slate/red.

La nuova tecnologia Carbon Compatction ha permesso di raggiungere standard di resistenza e rigidità sconosciuti ai precedenti modelli grazie ad un processo di compattazine delle fibre con l’utilizzo di nuove resine. A ciò si aggiunge il plus della garanzia di ben 5 anni. Passaggio cavi interno, compreso quello per una eventuale adozione di un reggisella telescopico. Predisposizione totale per l’adozione di un’eventuale trasmissione elettronica Di2, guarnitura doppia (max 28-38t Shimano Boost o 26-39t per Sram Boost)  o singola (max 36 sia Shimano che Sram Boost)  e attacco ISCG05 per eventuali tendicatena per gli utilizzi più cattivi. 

 

RIP9 RDO

Per gli incontentabili o coloro che si cimentano nella disciplina dell’ Enduro ecco arrivare la RIP9 RDO. Come per JET9 anche la più spinta full da enduro riceve uno stravolgimento tale da non lasciare un solo accorgimento uguale alla precedente versione. Cambia praticamente tutto fatta eccezione per il sistema di sospensione, l’ormai collaudato CVA. Il telaio ricalca le linee della JET ma con angoli e quote ben differenti per conciliarsi al meglio nella pratica enduristica o per chi ha una guida principalmente d’attacco e più aggressiva.

I tubi presentano sezioni surdimensionate con una protezione al di sotto del tubo obliquo che ne preserva la superficie dall’impatto con rocce o dalle pietre scagliate dalla ruota anteriore. Le quote geometriche vedono un angolo sterzo di 67° in caso di utilizzo di forcelle da 160mm ma con la possibilità anche spingersi anche fino a 170mm. Al posteriore l’escursione si ferma a 150mm garantita da un monoammortizzatore Fox Float X Dps Factory con trattamento Kashima. L’angolo piantono è piuttosto verticale con un valore che oscilla tra i 75° ed i 75.5°. Ciò lascia intendere come la destinazione di utilizzo della nuova RIP9 RDO sia quella prevalentemente votata all’enduro con una posizione di guida più centralizzata e reattiva o comunque con una forte propensione discesistica.

Anche per la RIP9 RDO si apre la porta alla doppia compatibilità Plus grazie al nuovo carro da 44 0mm con spaziatura Boost da 148x12mm. Questo pertanto garantirà la possibilità di trasformare la RIP9 RDO in una velocissima enduro con ruote da 29 pollici o una tremenda schiacciasassi con tenuta in curva e capacità di oltrepassare tutto ciò passi sotto le ruote semplicemente montando ruote 27.5+. Passando ai particolari, le migliorie e le novità sono le medesime introdotte con  la JET9 RDO con l’eccezione della compatibilità esclusiva per guarniture monocorona non oltre i  36t.. Passaggio cavi interno, sia per trasmissione meccanica che Di2, predisposizione per l’ormai irrinunciabile reggisella telescopico, protezioni in titanio contro eventuali salti di catena e la solita cura nei dettagli tipica Niner. Due le colorazione previste per la nuova RIP9 RDO, un brillante Orange ed un più discreto ed aggressivo Satin Carbon/Green. Garanzia di 5 anni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA