x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Montiamo i pedali

21 ottobre 2014
di Michele Foglio
Vi abbiamo presentato la gamma di pedali Shimano, ora vi mostriamo come montarli
  • Salva
  • Condividi
  • 1/3

    Montiamo i pedali

    Montare i pedali sulla bici è abbastanza semplice, ma non bisogna dimenticare di ingrassare a dovere il filetto dell’asse del pedale e della pedivella e inserire nel mezzo l’apposita rondella. Con l’andare il pedale tende a stringersi ulteriormente e col passare del tempo c’è il rischio che i filetti grippino tra loro, il grasso evita questo inconveniente. Prima di uscire per il test ho regolato la tensione di sgancio a 2 click, in previsione di dovermi fermare spesso per regolare le tacchette. Così l’aggancio e lo sgancio sono molto facilitati e a prova di neofita.

     

    Per un aggancio più marcato

    Sistemata la tacchetta fuori posto ho aumentato il carico della molla, così da avere un aggancio più marcato. La grande superficie di appoggio si sente da subito ed è molto apprezzabile soprattutto quando si forza con dei rapporti lunghi. Quando ci si alza sui pedali c’è un netto guadagno in stabilità, la sensazione è quella di rimaner meglio bilanciati ad ogni colpo di pedale. Durante la prova ho regolato un paio di volte le tacchette e devo dire che le viti a brugola da 4 millimetri sono meglio delle classiche da 3, c’è meno rischio che scappi la chiave e inoltre la testa della vite ha una maggiore superficie di contatto.

    Le tacchette in prova, le gialle, sono le più facili del lotto. Consentono un ampia libertà angolare del piede e la scarpa può muoversi lungo l’asse del pedale di qualche millimetro. Si riesce così a compensare qualche piccola imprecisione dovuta al montaggio delle tacchete. Durante la pedalata la scarpa rimane sempre nella posizione di quando si è agganciato, per allontanarla o avvicinarla alla pedivella bisogna smettere di spingere e cercare volutamente la differente posizione. Bisogna fare una considerazione: il pedale e specialmente la tacchetta hanno un profilo ribassato rispetto ad altri sistemi in commercio, bisogna quindi fare una valutazione di quanto abbassare la sella e di conseguenza anche il manubrio. Nel mio caso l’assetto è stato ribassato di 4 millimetri, sembra poco ma la guida in curva è leggermente migliorata a causa del baricentro più basso di prima.

     

    Scheda tecnica:

    Marca: Shimano

    Modello: PD-R550

    Peso dichiarato: 310 grammi

    Materiali: struttura in carbonio composito

    Compatibilità: scarpe a 3 fori

    Colori: nero o grigio

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    x