x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Svanito il sogno iridato di Eva

31 gennaio 2015
Sfortunata la gara mondiale di Eva Lechner. Urtata da un'avversaria, rompe il deragliatore. Si deve accontentare della 31esima posizione. Vince la francese Ferrand-Prevot
Svanito il sogno iridato di Eva

Svanito il sogno iridato di eva

 

La prima giornata del Mondiale di ciclocross in Repubblica Ceca, a Tabor, si chiude con tanta delusione per i colori azzurri. L'altoatesina Eva Lechner, fresca vincitrice dell'ultima prova di Coppa del mondo in Olanda, era in ottime condizioni fisiche e in grado di lottare per il podio.

A sconfiggerla, e a non darle l'opportunità di giocare le sue carte alla pari con le avversarie, è stato un incidente avvenuto alla seconda curva, quando un'avversaria l'ha urtata facendola cadere. Il vero danno è stata la rottura del deragliatore e i box a oltre un chilometro, che si è fatta bici in spalla. Non si è arresa, si è rimessa in sella con caparbietà e ha concluso in 31esima posizione la gara vinta da Pauline Ferrand-Prevot.

La 22enne francese ha vinto allo sprint davanti alla belga Sanne Cant, con la quale si è involata a due giri dal termine. Sul terzo gradino del podio Marianne Vos, non certo in giornata per via di problemi al ginocchio. Peccato, non aver visto Eva avere l'opportunità di combattere fra le migliori. Ha vinto la campionessa del mondo su strada, a riprova che la multidisciplinarietà dà i suoi frutti, anche dorati.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
x