x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

La caffeina, il booster per eccellenza

23 novembre 2013
Redazione Ciclismo
Studi sembrano dimostrare che la caffeina possa migliorare le prestazioni fisiche degli atleti. Va assunta in dosi e tempi prestabiliti, prima e durante la gara
La caffeina, il booster per eccellenza

La caffeina, il booster per eccellenza

La caffeina potrebbe essere la sostanza stimolante più diffusa nel mondo, soprattutto tra i ciclisti. Quale sportivo d’altronde, non si concede il piacere di una tazza di caffè prima dell’attività? Ci sono anche gli energy drinks, oggi, ad aumentare la possibilità di assumere caffeina in altre forme diverse dal caffè. Tutti puntano alla “scossa”. La caffeina, d’altronde, è giustamente considerata un booster per le prestazioni di resistenza, naturale, non doping. Le sue qualità le sostengono anche li esperti. In sintesi, aumenta in un certo qual modo e in senso lato la potenza e allunga il tempo di esaurimento. Inoltre abbassa la sensazione dello sforzo. In altre parole, consente di pedalare più a lungo, in modo più efficace e di sentirsi meno stanchi.

Come funziona

Durante gli sforzi di resistenza, la caffeina aiuta l'organismo ad utilizzare il grasso come combustibile, in modo da non bruciare le riserve di carboidrati più rapidamente. La caffeina aumenta il contenuto di calcio del muscolo , che esalta la forza della contrazione muscolare. Inoltre, molti studi sembrano testimoniare la capacità della sostanza di migliorare la lucidità mentale e la memoria nelle persone stressate dallo scarso riposo. Restando in ambito ciclistico, si potrebbero ad esempio i ciclisti “ultra”.

Conoscere la dose

Se si assume la caffeina da cibi, bevande , o integratori , 1,36-2,72 milligrammi per chilo è sono dosi più che efficaci. Per ottenere i migliori risultati, è consigliabile assumere circa il 40-50% della vostra quantità desiderata un'ora prima dell’evento e consumare il resto durante la successiva attività. In commercio, oggi, esistono diversi integratori che contengono caffeina nella loro composizione.

Come con qualsiasi “farmaco”, l’assunzione regolare può sviluppare una sorta di tolleranza, di resistenza. Per ottenere il massimo dall’assunzione di caffeina, dunque, si dovrebbe interrompere l’assunzione prima di importanti allenamenti o gare per avere il “boost” desiderato il giorno dell’evento prestabilito.

Ascolta il corpo

La caffeina agisce sul fisico in modo diverso. Alcuni atleti hanno sperimentato episodi di tachicardia o di battito irregolare e di pressione sanguigna altalenante. Cosa fare? Come con qualsiasi integratore, meglio provarlo durante l'allenamento, piuttosto che il giorno della gara e agire di conseguenza in base al feeling provato.

Alcuni esempi

Caffè 50-100 mg (una tazza)

Coca cola 40 mg (una lattina)

Tè 28 mg/150 ml (tanto maggiore quanto più lungo è l'infuso)

Cacao 100 mg/100 g

Red Bull 30 mg/100 ml

Guaranà 4-12% in peso (1 grammo di guaranà contiene dai 40 ai 120 mg di caffeina)

© RIPRODUZIONE RISERVATA