x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Contador e Basso provano la crono che arriva a Valdobbiadene

8 April 2015
I due corridori del team Tinkoff-Saxo hanno percorso i 59,2 chilometri della cronometro individuale del 23 maggio, 14esima tappa del giro d'Italia. il tratto più duro? per loro è quello da Col San Martino a Valdobbiadene
  • Salva
  • Condividi
  • 1/2

    Contador e basso provano la crono che arriva a valdobbiadene

    Cosa ci fanno sulle colline di Valdobbiadene Alberto Contador e Ivan Basso? I due corridori del team Tinkoff-Saxo hanno percorso due volte i 59,2 km della cronometro individuale intitolata a Nani Pinarello. Il 23 maggio, si corre la 14esima tappa del Giro d’Italia, parte da Treviso ed è considerata da molti determinante per la classifica finale. Prima i due ciclisti hanno fatto la ricognizione in auto. Telecamera alla mano, hanno ripreso chilometro dopo chilometro l’intero tracciato ammirandone gli spettacolari paesaggi e analizzando i tratti stradali, l’asfalto, l’ampiezza della careggiata. Il percorso è stato giudicato in buone condizioni, ben tenuto e privo di particolari insidie.

     

    Il tratto più ostico: da col san martino a valdobbiadene

    Tecnicamente i due corridori hanno giudicato il tratto da Col San Martino a Valdobbiadene come il più duro da affrontare, una parte che potrebbe portare i veri stacchi tra i corridori e influenzare così la classifica finale.

    Prima di lasciare Valdobbiadene i due atleti non hanno rinunciato a un brindisi benaugurale in compagnia del presidente del Comitato tappa Isidoro Rebuli e del sindaco di Valdobbiadene Luciano Fregonese, autografando il Magnum di Prosecco Superiore che verrà messo all’asta dal Comitato per sostenere iniziative a scopo benefico.

     

    METTI "MI PIACE" SU FACEBOOK  SEGUICI ANCHE SU: NEWSLETTER TWITTER

     

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA