x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Fsa: Gravity 2016

6 October 2015
di Sebastiano Modica
Per il 2016, tra le tante novità nel nutrito catalogo, Fsa arricchisce la linea Gravity con una gamma di componenti che strizza l’occhio al biker più “cattivo” senza gravare eccessivamente sul portafogli. Vi parliamo di Grid Series e Gravity Non-Series
  • Salva
  • Condividi
  • 1/46

    Fsa: gravity 2016

    Fsa è da anni una solida realtà che equipaggia molti dei modelli nei cataloghi dei più famosi produttori di biciclette. La sua lunga storia, costellata da innovazioni ma anche di una reputazione di tutto rispetto, ha permesso al colosso taiwanese con filiali in America ed Europa di conquistare una delle posizioni dominanti sul mercato. Per il 2016, tra le tante novità nel nutrito catalogo, Fsa arricchisce la linea Gravity con una gamma di componenti che strizza l’occhio al biker più “cattivo” senza tuttavia gravare eccessivamente sul portafogli.

    Grid, questo è il nome dato alla nuova linea indicata all trail biking e all’Enduro, consta in una gamma di componenti che vedremo tra poco e che fa della robustezza di costruzione una delle caratteristiche principali ma senza  avere prezzo da prodotto di fascia Premium. Parallelamente alla nuova gamma Grid si affianca una linea di componenti ispirata proprio alla Grid ma con caratteristiche di meno pregio e un prezzo ancora più accessibile che Fsa definisce No-series, ovvero non appartenenti a una gamma precisata. Quest’ultima sicuramente indicata per coloro che intendono integrare sulla loro mountainbike componenti robusti a un prezzo accessibile.

     

    Grid series

    La sezione Gravity è progettata per il trail biking fino a usi più estremi come l’Enduro. Lecito non attendersi pesi light quanto piuttosto materiali e costruzione che fanno di robustezza e durata le caratteristiche primarie. L’utilizzo di materiali che definiamo “non pregiati” ha consentito anche di contenere i costi riflettendosi di conseguenza sul prezzo finale al pubblico. E di questi tempi è qualcosa di cui sicuramente tener conto. La gamma Grid si compone di una guarnitura in diverse configurazioni, un attacco manubrio ed una curva manubrio ed un guidacatena con sistema di sgancio mediante quick release, invero molto pratico e innovativo. La guarnitura Grid MegaExo non vanta certamente pesi piuma ma è sicuramente un componente in cui robustezza ed estetica confluiscono in un prodotto eccellente sotto tutti i punti di vista. Tecnologia Hollow con sistema di forgiatura da un singolo blocco di alluminio, soluzione scelta per mantenere alti gli standard di robustezza richiesti per gli utilizzi più spinti, le pedivelle sono in allumino serie 7050Le filettature per l’inserimento dei pedali e la viteria delle corone sono in acciaio al Cromo Molibdeno.

    Lo spider di ritenuta delle corone è rimovibile ed offerto in doppia configurazione a secondo che si scelta la soluzione monocorona o doppia. Le corone con tecnologia Megatooth (con una dentatura più pronunciata onde evitare fastidiose e pericolose deragliate e comunque per aumentare il livello di tenuta della catena sulla corona) annovera anche il sistema Narrow/Wide, cioè l’alternanza di denti più larghi a denti più stretti. In abbinamento al movimento centrale MegaExo, la Grid MegaExo viene offerta in due lunghezze pedivelle da 170 e 175 mm, giro bulloni 104/64  e in due configurazioni con varie dentature disponibili. La doppia con due possibilità, 38/24 e 36/22, la monocorona con tre dentature e cioè 34, 32 e 30. Finitura Nero lucido con grafiche personalizzate, la Grid MegaExo ferma la bilancia a 784 grammi.

     

    Anche il ponte di comando trova componenti dedicati della serie Grid

    Diciamo subito che l’attacco e la curva manubrio sono progettati per il nuovo diametro da 35 mm, introdotto già da qualche anno per incrementare la robustezza di fronte agli utilizzi più gravosi, il 35 mm sarà sicuramente uno degli standard che si imporrà sempre più diffusamente dall’All Mountain fino al Dh relegando il classico 31.8 mm per categorie in cui risparmiare qualche grammo torna sicuramente utile e i cui stress a cui sono sottoposti i componenti non sono tali da rischiare rotture indesiderate. L’attacco manubrio è realizzato mediante forgiatura e lavorazione Cnc. Il frontalino viene fissato al corpo attacco mediante 4 viti in alluminio 6061. Due lunghezze da 35 e 50mm con finitura a due tonalità di nero ed un peso di quasi 133 grammi.

    La curva manubrio riser è costituta in alluminio 6061-T6 trattato termicamente, a doppio spessore e profilo variabile, rialzata di 20mm con un arretramento di 8° e un rialzo di 5°. Diametro centrale da 35mm per accoppiarsi con l’attacco dedicato, viene offerta in due lunghezza da 760mm (più indicata per il trail biking ndr.) e da 800mm (per l’all mountain, ndr). Finitura in nero anodizzato con grafiche dedicate, la GRID Riser pesa 304gr nella misura da 800mm.

    Chiudiamo la gamma Grid con l’ISCG Chainguide, un guidacatena compatibile con lo standard ISCG 05 e adattabile anche a movimento centrali filettati senza predisposizione specifica per i guidacatena. Costituito da una piastra in alluminio lavorata al CNC a cui sono fissate le guide in policarbonato ed un bashring dedicato rimovibile a secondo dei gusti o degli usi. Con la viteria in acciaio al Cromo Molibdeno, il Grid Chainguide vanta le due guide superiore e posteriore smontabili senza l’ausilio di attrezzi agendo semplicemente su viti ad anello a sgancio rapido. Ciò rende la possibilità di personalizzazione estremamente semplice e rapida nonché pratica. Disponibile per dentature da 28-34 e 34-38, ha finitura in nero anodizzato ed un peso di circa 160 g.

     

    Gravity Non-Series

    La gamma Gravity aggiunte una linea componenti non espressamente riconducibile ad una specifica gamma fornendo cosi la possibilità a coloro desiderassero montare componenti di comprovata affidabilità ma con un budget sicuramente contenuto con un “no-look” per abbinarsi perfettamente magari alla componentistica già installata sulla propria mountainbike. La Non-Series consta in una guarnitura, una serie di attacchi e curva manubrio, un cannotto reggisella ed un guidacatena. La guarnitura Non-Series è realizzata secondo il metodo Fsa Hollow Tecnology con forgiatura da unico blocco di alluminio, in questo caso della serie 7050.

    La BB30, progettata per essere installata in movimenti centrali che prevedono lo standard BB30 (ma offerta comunque anche nel tradizionale sistema in abbinamento al movimento centrale FSA MegaExo), ha inserti in acciaio al Cromo Molibdeno sulla filettatura per i pedali cosi come la viteria che fissano le corone allo spider. Spessore interno rimovibile, la guarnitura è predisposta eventualmente anche per l’installazione di un bashring di protezione. Compatibile con movimenti centrali di larghezza da 68 o 73 mm, lunghezza pedivelle da 165, 170 e 175 mm, fattore Q da 172 mm e linea catena di 48.5 mm, la doppia ha dentature di 38/24, 36/24, 35/22. Due le colorazioni disponibili, nero lucido o grigio anodizzato, il peso è di 872 grammi.

     

    Tre attacchi compongono la gamma Non-Series, due convenzionali e uno Direct Connect. I primi due sono realizzati mediante forgiatura 3D e trattamento Cnc in alluminio 2014 con frontalino in analoga lega fissato mediante 4 viti in acciaio Cromoly. A differenza del Grid, gli attacchi Non-Series sono predisposti per lo standard da 31.8 mm e in 4 lunghezze (45, 60, 75 e 90mm) con un angolazione di 6°. Da specificare che gli attacchi sono disponibili sia per cannotti convenzionali da 1-1/8” che per quelli da 1,5”. Due le finiture in nero lucido o grigio ghiaccio anodizzato, pesano poco più di 140gr in entrambe le versioni.

     

    L’attacco Direct Connect è quello dedicato per essere fissato direttamente alla testa della forcella a doppia piastra. Come per i precedenti modelli è realizzato in allumino ma in lega 6061 sempre tramite forgiatura. Unica lunghezza disponibile da 45 mm con un’angolazione di 5°, per standard da 31.8 mm. Due finiture, una in due tonalità di nero o in grigio anodizzata, peso di 118 g. Il cannotto reggisella abbinato è realizzato in alluminio 2014-T6 con sistema di forgiatura 3D e lavorazione mediante Cnc. Zero arretramento con sistema di allineamento e fissaggio mediante viti in acciaio Cromoly, unica lunghezza da 350 mm in due diametri da 27.2 e 31.6 mm. Due le colorazioni in nero o grigio anodizzato. Peso di 252 g nella versione da 27.2x350 mm.

     

    Il guidacatena Non-Series è realizzato mediante piastra principale in materiale termoplastico ad alta resistenza Hytrel Dupont con piastra posteriore in alluminio realizzato al Cnc. Adattabile anche per movimenti centrali non predisposti ISCG (quindi con classico movimento centrale filettato), prevede un sistema di regolazione ed allineamento tramite singola vite per ogni guida, realizzate in materiale composito. La viteria è in alluminio per contenere il peso. Disponibile in due versioni, ISCG e ISCG-05, compatibile per corone da 36 o 38t, colorazione Matte Black con parti in alluminio in grigio anodizzato. Peso di 253 g. 

    © RIPRODUZIONE RISERVATA