x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Frw Napa valley

13 giugno 2012
Nuovo telaio e nuovi allestimenti per il “bolide” della Casa romagnola
  • Salva
  • Condividi
  • 1/6 Prova del top di gamma Frw

    Frw napa valley

     

    L'elemento caratteristico di questo monoscocca in carbonio a Super alto modulo (Shm) è l'asse costituito da tubo sterzo, obliquo e foderi orizzontali del carro che sembrano fondersi in un'unica massiccia trave. Il cuore della struttura è la scatola del movimento centrale di tipo press fit larga 86 mm, con una boccola in alluminio a tutta larghezza. Le sue dimensioni over size sono diretta conseguenza delle complesse ed enormi sezioni dei tubi che vi concorrono. Scatola e foderi orizzontali sono asimmetrici per contrastare al massimo le forze dovute al tiro catena e tener conto dei vincoli progettuali: più tozzo il sinistro che deve resistere alle flessioni (swing arm), più snello il destro che lavora a compressione e deve - per forza di cose - lasciar spazio alla guarnitura. (continua..).

     

    La prova

    Osservando la Napa Valley da vicino la prima volta si resta impressionati dalle proporzioni massicce dell'obliquo e della forcella, davvero inconsuete. Una volta in sella si ha la sensazione di una bici molto efficiente in ogni situazione: leggera, rigida, scattante, maneggevole e - sarà in parte merito dei raggi in carbonio delle Cosmic Carbone slr - anche discretamente comoda. In discesa è divertentissima: veloce e precisa ed esaltante nei rilanci in uscita di curva. Il comportamento in frenata è ottimo, sia grazie alla forcella che al kit Mavic (anche se a volte i pattini fischiano un po'). Ruote e telaio sono un'accoppiata decisamente azzeccata: si esaltano a vicenda e sintetizzano forza, solidità, comfort e leggerezza, mix perfetto per le lunghe distanze, ma adatto anche per le gare brevi e tirate. La sella Slr Monolink, a dispetto del design minimale, è molto comoda e si fa apprezzare soprattutto da chi ha gambe dalla  muscolatura importante o pedala a ginocchia strette, che grazie allo stretto naso può pedalare senza sfregamenti. Attenzione però al suo corretto posizionamento. Un'unica nota negativa per i pattini Mavic Exalith che - almeno all'inizio - sembrano consumarsi molto rapidamente. (continua..)

     

    Conclusioni

    Napa Valley ha carattere e grinta da vendere, a partire dal look moderno e muscoloso del telaio che risalta nel gruppo, per finire con un comportamento su strada da vera purosangue. L'ampia gamma di allestimenti, tutti basati su gruppi top e ruote di fascia medio-alta piò pienamente soddisfare le esigenze di sensazioni e versatilità del ciclista evoluto e polivalente. (continua..)

    © RIPRODUZIONE RISERVATA