x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

A Fontana il “premio Gianni Brera”

23 gennaio 2015
Daniel Fontana lo riceverà lunedì sera a Milano. Un bel traguardo, prestigioso e da tagliare senza la divisa di gara, che scrive una pagina importante nella sua storia di atleta e in quella di tutto il movimento del Triathlon
A Fontana il “premio Gianni Brera”

A fontana il “premio gianni brera”

La stagione di Triathlon 2015 si apre per Daniel Fontana nel migliore dei modi, con l’assegnazione, nell’ambito delle celebrazioni per il “Premio Gianni Brera”, di un prestigioso riconoscimento per i risultati agonistici raggiunti nel 2014. Un bel traguardo, prestigioso e da tagliare senza la divisa di gara, che scrive una pagina importante nella sua storia di atleta e in quella di tutto il movimento del Triathlon. Lunedì sera, alle 18.45 presso l’Auditorium “Giovanni Testori” di Palazzo Lombardia a Milano, Daniel sarà premiato insieme ad altri campioni dello sport.

Un comitato d’onore composto dal prefetto di Milano Franco Paolo Tronca, il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il questore di Milano Luigi Savina, presiederà la cerimonia e l’assegnazione dei riconoscimenti attribuiti da una giuria di grande prestigio.

«Sono estremamente orgoglioso di ricevere questo premio tanto prestigioso per lo sport italiano e di farlo a Milano – ha dichiarato Fontana -. Per me, oltre che il riconoscimento del valore tecnico del lavoro quotidiano nello sport e al servizio dello sport, è anche una rinnovata dimostrazione di accoglienza di questa città, che mi ha adottato e che oggi sento profondamente mia. Vorrei dedicare questo premio a tutte le persone che, nel mio staff in DDS, mi sono accanto quotidianamente e a tutte le aziende che, insieme alla mia società, hanno voluto credere in me in questi anni e senza le quali non avrei mai potuto tagliare i traguardi per i quali lunedì sarò insignito».

Questo prestigioso riconoscimento arriva non solo per il valore tecnico dei risultati agonistici ottenuti da Daniel durante la scorsa stagione, ma anche, come nella tradizione della celebre cerimonia, per il forte valore simbolico che gli stessi hanno avuto, nel contributo alla promozione di un’immagine di sport pulito, fatto di abnegazione, sacrificio e grande passione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
x