x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

WD-40 Specialist Bike

20 febbraio 2015
di Michele Foglio
I cinque prodotti della linea WD-40 Specilist Bike. I nostri consigli
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5

    Wd-40 specialist bike

    Per chi lavora nelle officine, e ha a che fare con la meccanica e gli ingranaggi, ci sono dei prodotti che non possono mancare nella “dotazione” per eseguire lavori di manutenzione e pulizia. WD-40 è tra questi.

    Per spiegarvi di cosa stoo parlando, faccio una premessa: stiamo parlando del prodotto più versatile ed efficace che si possa trovare sul mercato, viene utilizzato da professionisti di vari settori ed è efficace per lubrificare organi in movimento. Pensiamo a proteggere dalla corrosione, per eliminare umidità dai contatti elettrici e può anche sbloccar ei meccanismo inceppati. Come detto, averne una confezione può essere d’aiuto in vari casi.

    Per noi che pedaliamo, ora c’è un “nuovo” modo per usare questi prodotti. È stata, infatti, creata una linea appositamente dedicata alla bicicletta, una nuova gamma denominata WD-40 Specilist Bike composta da cinque prodotti specifici. La gamma è composta da uno sgrassante per parti meccaniche, un detergente per il lavaggio della bici, un lubrificante spray universale per catene e i due più specifici lubrificanti liquidi da catene per condizioni di asciutto e umido.

    Come si usano

    Praticissimo il detergente: è pronto all’uso, in una comoda confezione dotata di spruzzino. Ci è sembrato molto efficace per la pulizia di ogni parte della bicicletta, rimuove lo sporco più difficile molto efficacemente, basta lasciarlo agire un attimo, passare con una spugna inumidita e poi risciacquare con acqua per un risultato efficace.

    Per le parti della trasmissione è stato studiato lo sgrassante “ rapido e potente” in bomboletta spray. Questo permette di rimuovere lo sporco più ostinato che si fissa su catena e pignoni, magari dopo un allenamento in mountainbike con fondo fangoso. Permette di pulire al meglio le maglie della catene e i deragliatori nei punti più difficili da raggiungere dallo sporco più ostinato. Ho constatato che il suo elevato potere sgrassante riesce ad ammorbidire il lubrificante della catena rendendone facile la rimozione.

     

    Per migliorare la frenata

    Lo ho utilizzato anche per pulire, tra un allenamento e l’altro, la pista frenante in alluminio delle ruote montate sulla mia bici da strada, a tutto guadagno della frenata. Per quanto riguarda la lubrificazione in generale del mezzo, il mio consiglio è di utilizzare il lubrificante catena “per tutte le condizioni”, nella pratica bomboletta spray. È un prodotto a base di PTFE, riesce a lubrificare ed eliminare l’umido nella maggior parte delle condizione. E una volta asciugato crea un film protettivo contro la ruggine. È particolarmente indicato anche perché riesce a penetrare bene nelle zone difficili, come i braccetti e leveraggi dei deragliatori e sui cavi metallici di cambio e freni all’uscita delle guaine.

     

    Per i più esigenti: lubrificanti per la catena, per asciutto e umido

    Per i più esigenti esistono poi 2 tipi di lubrificanti per la catena, per condizioni asciutte e per condizioni umide. Sono in apposite confezioni che rilasciano delle gocce di lubrificante una volta tolto il tappo, quello per condizioni asciutte è a base di PTFE studiato per creare un film lubrificante che una volta depositato evita di attrarre polvere che può usurare e fa raccogliere sporco alla trasmissione.

    Quello per condizioni umide è pensato per lubrificare e fornire protezione contro la corrosione derivante da acqua e umido che possono venire a contatto con catena e corone. Questi ultimi sono per un pubblico più esigente e tecnico, a me son piaciuti parecchio. Vi consiglio di applicarli aiutandovi con un guanto e il dito o con un pennellino per non eccedere nella dose, vanno scelti in base alle condizioni d’allenamento così da poter rendere al meglio.

    Clicca qui per saperne di più.

     

    SEGUICI ANCHE SU:

    NEWSLETTER

    FACEBOOK

    TWITTER

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA