x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

L’importanza di una corretta alimentazione

26 April 2015
Vi parliamo dell’importanza di una corretta alimentazione per un atleta che pratica uno sport di endurance come il ciclismo. L’occasione ce la fornisce il lavoro che Multipower e il team Movistar stanno facendo insieme, anche nel 2015
L’importanza di una corretta alimentazione

L’importanza di una corretta alimentazione

Sappiamo che allenarsi e alimentarsi al meglio rappresenta un aspetto fondamentale. Per un ciclista è indispensabile mantenere un regime alimentare corretto per tutto l’anno: sempre con equilibrio, evitando eccessi o, al contrario, insufficienze, cercando peso e composizione corporea possibilmente stabili e con pochi margini di sforamento. Questi dati devono essere conseguenti a un accurato monitoraggio e una accurata osservazione del lavoro svolto nei vari periodi dell’annata.

 

Le diverse chiavi di lettura che determinano e caratterizzano l’alimentazione ideale di un ciclista

Occorre, in primis, stabilire un equilibrio tra apporto calorico e dispendio energetico. Perché tale equilibrio può essere negativo per la perdita di peso in alcuni momenti: all’inizio della stagione, ad esempio, o, meglio, prima di appuntamenti agonistici di rilievo. Ma può anche essere positivo, come nel caso di periodi di recupero o scarico del lavoro. La stabilità deve essere mantenuta sempre per quanto possibile.

Questo equilibrio energetico ha due aspetti, uno di quantità e uno di qualità. Infatti i cosiddetti macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi) devono essere uniformati e adeguati al tipo di attività svolta perché un lavoro molto intenso, con conseguente distruzione di fibre muscolari, prevede un carico maggiore di proteine, mentre una intensità minore apporta inevitabilmente dosi inferiori. Ma ,per un corretto processo metabolico, deve essere continua la messa a fuoco dei cosiddetti micronutrienti, cioè vitamine e sali minerali.

 

Il mix tra proteine, carboidrati e grassi

Il che induce a considerare la dieta a seconda dei vari periodi, ma soprattutto a seconda delle differenti caratteristiche tecniche,  fisiche e fisiologiche dei corridori anche con riferimento al loro ruolo in squadra: poiché esiste una diversa metodologia di nutrizione con gradazioni, e dettagli associati da controllare. In un esatto mix tra proteine, carboidrati e grassi.

 

Come si alimenta un velocista? e uno scalatore?

Un velocista deve concentrarsi maggiormente e prestare più attenzione alla perdita di massa muscolare mentre uno scalatore, che deve perdere peso con graduale attenzione, deve assumere più proteine, in un esatto dosaggio di perdita di massa magra e massa grassa.

Un lavoro finalizzato alla gestione del peso di un corridore, tenendo ben presente la composizione corporea ideale di ogni atleta, trattando specificamente l’entità di muscolo e grasso per ciascun agonista in riferimento a ogni evento.

Per saperne di più su Multipower e sul Movistar team. METTI "MI PIACE" SU FACEBOOK  SEGUICI ANCHE SU: NEWSLETTER TWITTER

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA