x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Canyon Inflite al 9.0

10 luglio 2014
La guidabilità è il suo pezzo forte, che per una bici Ciclocross è decisamente importante. Buon rapporto qualità-prezzo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/8 L’originale reggisella Vcls 2.0 e la sella Ergon Sm 30

    Canyon inflite al 9.0

    La guidabilità è il punto forte di questa bicicletta, ci si trova da subito bene, la geometria non è esasperata e lo sterzo trasmette da subito un ottimo feeling. L’angolo di sterzo di 72 gradi rende la guida molto neutra, in curva si riesce a mantenere la linea scelta senza avere sottosterzo, come può accadere con geometrie più spinte. Si riesce a percorrere alla perfezione il canale scelto in curva. Il telaio risponde bene agli scatti e alle accelerazioni da seduto e trasmette sempre una sensazione di stabilità anche su fondi particolarmente accidentati.

    La forcella in carbonio e il tubo di sterzo conico donano stabilità e precisione di guida all’avantreno, apprezzabili anche quando ci si alza sui pedali e la forcella riesce comunque ad attutire i colpi più secchi. Le ruote Dt-Swiss da 29 pollici “galleggiano” bene sulle asperità del terreno, hanno una buona scorrevolezza e sono rigide il giusto per sopportare le frequenti accelerazioni che si verificano in un campo di Ciclocross. Una menzione particolare va ai freni: il disco per il ciclocross è un’ottima scelta e l’azionamento tramite cavo è azzeccato. La potenza frenante non manca e lo sforzo da imprimere sulla leva è simile a quello dei freni cantilever, è quindi facile trovare il giusto feeling senza arrivare a bloccaggi indesiderati.

    Conclusioni

    Le prestazioni offerte da questa bicicletta sono di buon livello e la facilita di guida offre anche a un neofita con un minimo di tecnica di guida la possibilità di cimentarsi nel Ciclocross.Un ciclocrossista esperto la apprezzerebbe per le buone doti di stabilita che offre nei tratti veloci. Il comfort offerto da forcella e reggisella Vcls 2.0 è indiscusso a ogni livello di prestazione. La componentistica offre una resadi tutto rispetto, trasmissione e reparto freni in primis. Il peso non è però dalla sua parte, ma nel complesso il buon rapporto qualita/prezzo di questa bicicletta è un fattore da tenere in considerazione.

    In sintesi

    Geometrie

    Sono disponibili 6 taglie a catalogo, dalla xs fino alla 2xl, anche i ciclisti oltre il metro e novanta sono accontentati

    Assemblaggio

    La trasmissione Ultegra e i freni a disco Shimano contribuiscono a contenere il prezzo e offrono prestazioni di tutto rispetto. Piega manubrio e sella sono azzeccati

    Rapporto qualità/prezzo

    Il prezzo è di 1.699 euro per un mezzo competitivo dalle buone prestazioni e i freni meccanici non necessitano della manutenzione di uno specialista.

    Peso: 8,84 senza pedali Prezzo: 1.699 euro (+ 32,95 euro per spedizione in Italia)

    Scheda tecnica

    Telaio: Canyon Inflite al 9.0 - Forcella: Canyon One One Four sl disc carbonio - Attacco: Ritchey Wcs 4-axis - Piega: Ritchey Evo curve - Leve: Shimano Ultegra St-6800 11speed - 

    Freni: Shimano Br-Cx77 - Deragliatore: Shimano Ultegra Fd-6800 - Guarnitura: Shimano Ultegra Sm-Bb72-41B - Corone: 46/36 - Reggisella: Canyon Vcls Post 2.0 - Sella: Ergon Sm30

    Catena: Shimano Ultegra Cn-6800 - Pignoni: Scs-6800 11-32 Shimano Ultegra - Ruote: Dt Swiss X1900 Spline 29 pollici - Coperture: Continental Cyclo Xking 32 millimetri

    © RIPRODUZIONE RISERVATA