x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

L’italiano Xc torna a Volpago del Montello

24 maggio 2015
Il percorso permanente Respira la Vita incorona il 18 e 19 luglio i campioni italiani di specialità. Novità assoluta nel programma di gara: domenica gli amatori. La firma dell’evento porta il nome di Pedali di Marca
L’italiano Xc torna a Volpago del Montello

L’italiano xc torna a volpago del montello

A volte ritornano. Era il 2007 quando i Campionati italiani della Federazione Ciclistica Italiana celebravano gli assi del Cross Country sulle colline di Volpago del Montello, e a otto anni di distanza la storia si ripete. Sabato 18 e domenica 19 luglio, alla località in provincia di Treviso, spetterà nuovamente l’onore di assegnare le maglie tricolori delle categorie master, junior e open. Un appuntamento irrinunciabile per gli specialisti del Xc, ancor di più se la due giorni porta la firma prestigiosa di Pedali di Marca, una garanzia quando si tratta di eventi dalla portata internazionale.

 

Programma inedito

La novità principale è rappresentata dal cambiamento radicale nel programma del weekend tricolore: se la tradizione voleva fino a questo momento le prove riservate agli agonisti come dulcis in fundo per la giornata domenica, il team guidato da Massimo Panighel stravolge le carte in tavola consegnando per intero l’ultimo giorno della settimana agli amatori, e lasciando a open e junior il sabato. Un’idea che va senz’altro incontro alle esigenze di chi pratica questo sport come semplice passione e non per lavoro, e che consentirà a molti bikers in più di presentarsi al via dell’appuntamento agonistico più importante dell’anno.

Vogliamo poi parlare del percorso? La formula vincente non cambia: lo scenario resta quello magico del circuito permanente “Respira la vita”, a disposizione dei biker 365 giorni l’anno; quattro chilometri di adrenalina pura immersi nel Bosco della Serenissima, tra passaggi dai nomi capaci di trasmettere i brividi a tutti gli sportivi, dal single track del “Mausenfalle” fino al muro del “Grammont”. Spettacolo sì, ma sempre mantenendo un occhio di riguardo agli amatori, per i quali è stato progettato un tracciato più breve e meno insidioso.

Per saperne di più www.laterrerosse.com   

© RIPRODUZIONE RISERVATA
x