x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Speciale EICMA 2015

Scorri le marche in verticale

Vota e vinci la moto più bella del Salone di Milano

Undicesima edizione del concorso "Vota e vinci la moto più bella del Salone".

Azzurre ottave, Rio 2016 sempre più vicino

20 febbraio 2015
Soddisfazione del ct Salvoldi per l’ottavo posto del quartetto azzurro donne che vede sempre più vicino l'appuntamento con Rio 2016. Guderzo: “Abbiamo realizzato un piccolo grande sogno”. Titolo iridato all’Australia che ha stabilito il nuovo record del mondo
Azzurre ottave, Rio 2016 sempre più vicino

Azzurre ottave, rio 2016 sempre più vicino

Archiviata anche la seconda giornata di gare ai Campionati del mondo pista di Saint-Quentin-en-Yvelines (Francia). Per il quartetto azzurro donne un ottavo posto (in 4.31.448) dopo la seconda manche disputata contro la Germania che ha chiuso davanti all’Italia (settima, in 4.30122). Il titolo iridato è andato all’Australia che ha registrato anche il nuovo record del mondo in 4.13.683, argento alla Gran Bretagna e bronzo al Canada.

Evidente la soddisfazione del ct Salvoldi, questa buona performance ha permesso di credere sempre di più nella qualifica olimpica. Lo conferma Tatiana Guderzo, portavoce delle azzurre: “Con questo traguardo abbiamo realizzato un piccolo grande sogno. Viste le difficoltà passate, ora siamo un gruppo coeso di sei atlete che, poco per volta, sta raccogliendo risultati sia nelle prove di coppa che ai mondiali e sta scalando una montagna con l’obiettivo di raggiungere la qualificazione olimpica”.

Il quartetto azzurro è composto da Beatrice Bartelloni (ALÉ CIPOLLINI GALASSIA), Simona Frapporti (G.S. FIAMME AZZURRE), Tatiana Guderzo (G.S. FIAMME AZZURRE) e Silvia Valsecchi (BEPINK LACLASSICA) e Maria Giulia Confalonieri (ALE’ CIPOLLINI GALASSIA) che ha sostituito Simona Frapporti nell’ultimo round.

 

Buttazzoni nello Scratch

L’azzurro Alex Buttazzoni, impegnato nello Scratch ha chiuso 18esimo in una corsa che si è rivelata molto più regolare del previsto, senza grandi colpi di scena e particolari attacchi. Evidente e palese la sua delusione anche perché la sua condizione è buona: “Sono molto deluso – dice – Sapevo di stare bene”. Il titolo iridato è andato al tedesco Lucas Liss.

L’azzurro Francesco Ceci non ha superato i recuperi nel Keirin, vinto dal padrone di casa Francois Pervis. Per Ceci domani il via nel Km TT.

Aassegnato inoltre il titolo iridato dell’inseguimento a squadre uomini conquistato dalla Nuova Zelanda e il titolo nei 500 Metri donne, vinto dalla russa Anastasia Voynova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
x